Fondo Turismo 2021

CONTRIBUTI PER IL MIGLIORAMENTO DELLE STRUTTURE RICETTIVE

Contributi in conto capitale alle imprese turistiche, ai sensi dell’articolo 59 della legge regionale 9 dicembre 2016, n. 21, (Disciplina delle politiche regionali nel settore turistico e dell’attrattività del territorio regionale, nonché modifiche a leggi regionali in materia di turismo e attività produttive).

Contributi alle imprese turistiche per interventi di costruzione, ampliamento e ammodernamento delle strutture ricettive, acquisto di attrezzature e arredi, realizzazione di parcheggi.

INDICE DEI CONTENUTI

DI CHE COSA SI TRATTA

Contributi in conto capitale a sostegno degli investimenti delle imprese che esercitano le attività connesse alle strutture ricettive turistiche.

I criteri di ammissibilità e le modalità per l’accesso al contributo sono disciplinati dal Regolamento di cui al Decreto del Presidente della Regione n. 207/Pres del 20 dicembre 2021.

CONSULTA NORMATIVA, REGOLAMENTO E MODULISTICA

BENEFICIARI

I contributi sono concessi alle strutture ricettive:

  • a) alberghiere;
  • b) condhotel;
  • c) bed and breakfast;
  • d) unità abitative ammobiliate ad uso turistico;
  • e) affittacamere;
  • f) all’aria aperta;
  • g) a carattere sociale;
  • h) rifugi alpini, escursionistici e bivacchi.

Le strutture ricettive devono:

  • a) rientrare nei parametri dimensionali di microimpresa, piccola e media impresa;
  • b) essere iscritte nel Registro delle imprese della Camera di commercio competente per territorio;
  • c) essere attive prima dell’avvio dell’iniziativa per la quale è richiesto il contributo;
  • d) avere sede legale o unità locale ubicata sul territorio regionale;
  • e) essere in possesso dei codici ATECO 55.10, 55.20 e 55.30, corrispondenti all’esercizio di impresa turistica;
  • f) non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria.

Ai sensi della legge regionale 14 febbraio 2014, n. 1 (Disposizioni per la prevenzione, il trattamento e il contrasto della dipendenza da gioco d’azzardo, nonché delle problematiche e patologie correlate), ai fini dell’accesso a finanziamenti, benefici e vantaggi economici regionali, comunque denominati, da parte di esercizi pubblici, commerciali, circoli privati e altri luoghi deputati all’intrattenimento, costituisce requisito essenziale l’assenza, nei locali di tali attività, di apparecchi per il gioco lecito.

INIZIATIVE AMMISSIBILI 

Le iniziative ammissibili a contributo sono:

  • a) acquisto di arredi e attrezzature nuovi di fabbrica;
  • b) acquisto di immobili destinati o da destinare all’esercizio di struttura ricettiva turistica per un importo massimo del 20% del costo, purché facenti parte di un intervento comprendente lavori di ammodernamento, ristrutturazione e straordinaria manutenzione;
  • b) lavori di ammodernamento, ampliamento, ristrutturazione e straordinaria manutenzione di strutture ricettive turistiche esistenti;
  • c) lavori di costruzione, ristrutturazione e di straordinaria manutenzione di edifici da destinare all’esercizio di struttura ricettiva turistica;
  • d) realizzazione di parcheggi con almeno 3 posti auto a servizio delle strutture ricettive alberghiere.

INTENSITA’ DEL CONTRIBUTO

In applicazione del Regolamento (UE) n. 1407/2013, gli aiuti sono concessi nella misura massima, applicata all’importo della spesa ammissibile:

  • a) del 50% se il beneficiario è una struttura ricettiva alberghiera;
  • b) del 40% per cento se il beneficiario è struttura ricettiva non alberghiera.

In applicazione dell’articolo 14 del Regolamento (UE) n. 651/2014 il contributo è concesso nelle seguenti misure:

  • a) 30% della spesa ammissibile se il beneficiario è microimpresa o piccola impresa;
  • b) 20% della spesa ammissibile se il beneficiario è media impresa.

Al momento l’elenco dei Comuni rientranti nelle aree ammissibili agli aiuti a finalità regionale non è aggiornato all’anno corrente

In applicazione dell’articolo 17 del Regolamento (UE) n. 651/2014 il contributo è concesso nelle seguenti misure:

  • a) 20% della spesa ammissibile se il beneficiario è microimpresa o piccola impresa;
  • b)10% della spesa ammissibile se il beneficiario è media impresa.

In applicazione del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19, gli aiuti sono concessi nelle seguenti misure:
a)           del 50% per le strutture ricettive alberghiere;
b)           del 40% per le strutture ricettive non alberghiere.

La concessione dei contributi deve avvenire entro il 30 giugno 2022 (salvo eventuale proroga); nel caso la concessione non avvenga nei termini previsti, l’aiuto rientrerà nel massimale previsto dal Regolamento (UE) n. 1407/2013

In ogni caso il contributo massimo concedibile non può superare 400 mila euro.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI

Le domande potranno essere presentate con PEC all’indirizzo cattfondotur2021@legalmail.it al CATT a partire dalle ore 10.00 del 29 dicembre 2021 fino alle ore 16.30 del giorno 1 agosto 2022.

Le domande devono essere presentate esclusivamente utilizzando la modulistica messa a disposizione al seguente indirizzo e devono essere corredate dal pagamento dell’imposta di bollo:

La graduatoria è approvata entro 120 giorni dalla scadenza del termine finale di presentazione delle domande.

VAI ALLA MODULISTICA

 

CONTATTI

Centro di Assistenza Tecnica alle Imprese del Terziario S.r.l.

PEC: cattfondotur2021@legalmail.it

ASSISTENZA PER CHIARIMENTI SULLE DISPOSIZIONI DELL’AVVISO:

Gorizia

Antonietta Piacquadio  T. 0481 285526 – antonietta.piacquadio@cattfvg.it

Pordenone

Luca Rigo   T. 0434 087044 – luca.rigo@cattfvg.it

Trieste

Giada Turchino T. 040 2652052  – giada.turchino@cattfvg.it

Udine

Dania Gomboso, T. 0432 1745188 – dania.gomboso@cattfvg.it

Stefano Vanon T. 0432 1745189  – stefano.vanon@cattfvg.it